La cucina è in legno...per modo di dire!

cucine-moderne-design_NG2

Maruska Stoppani

Ciao! Mi chiamo Maruska e faccio parte del team CucinArt. Sono la responsabile del Costumer Service di CucinArt, testimonial del progetto e autrice di questo articolo.
Lavoro per CucinArt con passione ed entusiasmo armai da vari anni. Mi impegno con grande dedizione a questo progetto e con il BLOG di CucinArt voglio tenerti sempre aggiornato sul meraviglioso MONDO DELLE CUCINE!
Leggi di più su di me
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email

La cucina è in legno...per modo di dire!

La ricerca di una nuova cucina, diciamocela tutta, è sempre una tappa molto emozionante.

Perché non è una di quelle cose che fa parte della routine di tutti i giorni.

Quando decidi che è il momento di acquistare una nuova cucina e come quando decidi che è ora di cambiare l’auto.

Anzi, è ancora più importante scegliere la cucina, perché l’auto se va bene dopo 5 anni starai già pensando di cambiarla, mentre la cucina, la acquisti senza porti l’obiettivo di sostituirla dopo un certo numero di anni.

Anzi non ti porrai nemmeno il problema di doverla sostituire, perché inconsciamente per te una nuova cucina dovrà durare per almeno 20 anni.

Ma come è fatta una cucina?

Nell’immaginario comune la cucina è sempre in legno ma è davvero così?

Hai mai sezionato una cucina per vedere sotto il rivestimento di finitura in che materiale è fatta?

Immagino di no, probabilmente non ti sei mai posta il problema.

Bene allora ti aiuto io perché la scelta non è troppo complicata visto che si limita a solo 2 variabili, legno massello, o pannelli di legno composti.

Il legno massello rappresenta la “cucina di una volta”, quella solida e indistruttibile, fatta con vere tavole di legno incollate, lavorate e sagomate.
Tutto e fatto in legno, dalla struttura portante alle ante apribili, allo zoccolo inferiore.
Sia che si punti ad utilizzare un legno meno nobile, per esempio il pino o l’abete, o un legno molto più costoso, come ad esempio rovere o noce, il costo di realizzazione di un tipo di cucina in massello sarà sempre piuttosto alto perché per costruire una cucina in massello servono molte ore di mano d’opera e un maggiore scarto della materia prima, il legno massello, che di per se ha già un suo maggior costo.
La maggior parte delle produzioni di cucine in massello è realizzata da piccoli artigiani o da piccole fabbriche che si sono specializzate solo in questo tipo di produzione escludendo di conseguenza l’utilizzo di altri tipi di materiali.
Oltretutto lo stile di una cucina in massello in genere è molto limitato al classico e questo rende questa variante di cucina molto più adatta ad ambienti rustici o tipiche case di montagna.
Possiamo dire che rapportando il costo realizzativo e il valore che ci si mette in casa acquistando una cucina in legno massello ci si blinda con il classico acquisto che sarà “per sempre”.

Andando oltre arriviamo a quello che sono in assoluto i materiali più utilizzati per la realizzazione di cucine e cioè i pannelli di legno composti invece, comunemente definiti, paniforti di compensato, che sono ormai da anni i sovrani dell’industria del mobile.
Sono pannelli che derivano dal legno, che è la materia prima utilizzata per generarli.
Ma questo tipo di pannelli si dividono a loro volta in ulteriori 4 versioni che sono:

  1. Pannello in legno truciolato
  2. Pannello in mdf
  3. Pannello in legno multistrato
  4. Pannello in legno listellare

PANNELLO IN LEGNO TRUCIOLARE

E’ il più usato, praticamente tutti i produttori usano questo materiale di default e poi danno l’eventuale possibilità di scegliere un altro tipo di pannello!

Anche i grandi produttori, quelli rinomati, quelli che vendono cucine super costose, che hanno modelli disegnati da importanti designer di fama mondiale, costruiscono cucine utilizzando questo materiale.

Questo pannello è fatto con gli scarti della lavorazione del legno i cosiddetti trucioli.
Questi scarti vengono recuperati, lavorati e impastati con materiali leganti e quindi pressati per produrre i pannelli.

Ma non tutti i pannelli truciolari sono uguali!

Ed ecco perché certe cucine costano di più e altre di meno!

Per le cucine definite “da battaglia”, quelle low cost, quelle commerciali, viene utilizzato il pannello truciolare “nero”, piuttosto scarso e pesantissimo, che si sbriciola solo a guardarlo, perché formato da una pasta in pezzi molto più grandi. Come puoi notare nella foto sopra, questo pannello ha un colore più scuro, una pasta meno fine, e meno legata per via di una maggiore presenza di aria all'interno che rende l'impasto meno solido.

Mentre se andiamo a valutare quello utilizzato da brand famosi o da produttori molto più professionali che non puntano a vendere prodotti di prezzo troviamo il pannello truciolare “bianco”, più leggero e più resistente rispetto a quello nero, che è formato da una pasta in pezzi più grandi solo al centro del pannello, mentre le 2 facciate esterne sono formate da pezzi più piccoli e più compatti. Come puoi notare nella foto sopra, questo pannello ha un colore più chiaro, la parte centrale ha meno vuoti d'aria e del materiale meno grande rispetto alla foro del pannello truciolare nero, e una parte più fine e più compatta sulle 2 facciate esterne. Indubbiamente si tratta di un pannello più compatto e più resistente.

Purtroppo per te, questi particolari non potrai mai vederli quando andrai a peregrinare tra i vari show room per “toccare con mano la qualità”!

Se trovi un venditore che punta fin dall’inizio sul prezzo basso stai pur certo che quello che ti venderà non sarà certo il pannello truciolare migliore ma sarà sicuramente quello più scarso.

PANNELLO IN MDF

L’mdf, abbreviazione di medium density fibreboard, è un pannello di fibra a media densità  derivato dal legno.

Si divide in ulteriori 3 categorie: ldf, cioè a bassa densità, mdf, cioè media densità, e hdf, cioè alta densità, quest’ultimo molto indicato per situazioni di alta umidità essendo molto resistente all’acqua.

In pratica possiamo definire questo tipo di pannello il fratello minore del truciolato perché, se il truciolato deriva dai trucioli del legno, incollati e pressati tra loro, l’mdf deriva dalla segatura del legno sempre incollata e pressata per formare detto pannello.

Questo rende il pannello più liscio e più malleabile, favorendo meglio le lavorazioni sagomate e prestandosi molto bene alla verniciatura laccata senza bisogno di dover essere ricoperto con altri materiali come invece necessario per la laccatura di tutti gli altri tipi di pannelli sopra descritti.

Per questo motivo attualmente per la realizzazione di ante laccate l’mdf è il prodotto più utilizzato.

PANNELLO IN LEGNO MULTISTRATO

Il legno multistrato è composto da diversi strati più o meno sottili di legno a seconda degli spessori da ottenere.

Gli strati possono misurare da pochi decimi di millimetro fino ad alcuni millimetri.

Gli strati sono ottenuti prevalentemente in due modi: mediante tornitura (legno derullato o mediante tranciatura (legno tranciato) direttamente dai tronchi d’albero.
Una volta ottenuti gli strati questi vengono incollati tra loro in senso incrociato.
Il legno multistrati risulta essere più nobile, più stabile e più resistente al vapore alle muffe e all’acqua.

Questi pannelli possono essere utilizzati, come per il legno truciolare sia per realizzare le strutture che per realizzare le ante apribili.

Il legno multistrato viene rivestito con gli stessi materiali e le stesse modalità dei pannelli in legno truciolare, quindi impiallacciatura in legno, laminato nobilitato e  laminato classico.

L’utilizzo di pannelli in legno multistrato per alcuni produttori può pero essere limitato solo a specifiche finiture e quindi non disponibile per tutte le tipologie di cucina.

Ma come ti ho scritto prima troverai molto raramente cucine realizzate con questo materiale.

Nella migliore delle ipotesi questo materiale viene offerto come optional a prodotti base realizzati in pannello truciolato, perché nella normalità tutti ti proporranno prodotti realizzati in legno truciolare.

PANNELLO IN LEGNO LISTELLARE

 

Il pannello in legno listellare è composto da un’anima interna fatta di diversi parallelepipedi di legno, con diversa lunghezza e spessore, incollati tra loro e rivestiti in facciata da strati più o meno sottili di legno in numero dispari con consistenza di almeno 2 mm per facciata.
L’anima interna e in genere fatta di legno tenero lavorato e incollato fino a formare un foglio di notevoli dimensioni.
Gli strati di rivestimento esterni sono ottenuti come per il legno multistrato o mediante tornitura o mediante tranciatura direttamente dai tronchi d’albero.
Gli strati incollati tra loro in senso incrociato, formeranno un sottile pannello di compensato che verra incollato a sandwich per formare il pannello listellare.

E in assoluto il più nobile, il più stabile e il più resistente di tutti e 3 i pannelli sopra descritti e ovviamente anche il più costoso.

Questi pannelli possono essere utilizzati, come per il legno truciolato e il legno multistrato, sia per realizzare le strutture che per realizzare le ante apribili.

Il legno listellare viene rivestito con gli stessi materiali e le stesse modalità dei pannelli in legno truciolare e in legno multistrato, quindi impiallacciatura in legno, laminato melaminico e  laminato classico.

L’utilizzo di pannelli in legno listellare per alcuni produttori può pero essere limitato solo a specifiche finiture e quindi non disponibile per tutte le tipologie di cucina.

Esiste inoltre una variate al legno listellare, o meglio più che altro lo stesso nome viene utilizzato in alcune zone d'Italia per definire un pannello di legno composto interamente da parallelepipedi incollati tra loro, in essenza di legno, rifiniti e verniciati senza aver bisogno, di essere ricoperti da compensato e impiallacciatura di legno o laminato in quanto già nell'essenza desiderata. Anche in questo caso, come ho scritto prima per il pannello multistrato, troverai molto raramente cucine realizzate con questo materiale.

Anche qui nella migliore delle ipotesi il legno listellare viene offerto come optional a prodotti base realizzati in pannello truciolato, perché nella normalità tutti ti proporranno prodotti realizzati in legno truciolare.

Bene, dopo questa lezione sui materiali è venuto il momento di darti appuntamento al prossimo articolo.

Good luck

Richiedi subito la tua PROGETTAZIONE GRATUITA!