Top...laminato, quarzo o gres porcellanato?

!cid_16585be97f7a5e27e271

Maruska Stoppani

Ciao! Mi chiamo Maruska e faccio parte del team CucinArt. Sono la responsabile del Costumer Service di CucinArt, testimonial del progetto e autrice di questo articolo.
Lavoro per CucinArt con passione ed entusiasmo armai da vari anni. Mi impegno con grande dedizione a questo progetto e con il BLOG di CucinArt voglio tenerti sempre aggiornato sul meraviglioso MONDO DELLE CUCINE!
Leggi di più su di me
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email

Top...laminato, quarzo o gres porcellanato?

Ciao,
Come spesso capita in questo blog, oggi ti voglio parlare di materiali costruttivi utilizzati nell’ambito delle cucine.

Magari sei capitato su questa pagine per pura curiosità e questo breve articolo potrà esserti utile come semplice fonte di conoscenza.

Magari invece sei alla ricerca di spunti utili perché ti stai per immergere nella scelta di una nuova cucina per la tua casa.

Magari ancora, hai deciso di sostituire solo il piano di lavoro della tua cucina, “il top” come spesso viene definito e da questo articolo puoi avere qualche indicazione utile per fare le tue valutazioni.

Dunque quali sono i pro e i contro dei vari tipi di piani di lavoro?

Esistono diversi tipi di top in commercio, generalmente nei grandi magazzini trovi tutte le cucine con top in legno truciolato rivestito in laminato la cui finitura può essere in finto marmo o finta pietra e in versione colore pastello.

Si tratta di top a basso costo che normalmente noi di CucinArt non trattiamo.

Ciò che normalmente viene utilizzato nella costruzione delle nostre cucine è il laminato Fenix, il quarzo e il gres.

In casi particolari ci capita anche di dotare i nostri prodotti di top in marmo.

Qualche tempo fa ti avevo parlato del laminato fenix e delle sue proprietà innovative, puoi leggere l’articolo qui: https://cucin.art/il-fenix-questo-rivoluzionario/

Oppure puoi vedere il video che ho fatto in proposito a questo linkhttps://www.youtube.com/watch?v=vpao_34EPJ0&t=4s 

Oggi quindi ti parlo di quarzo e gres.

IL QUARZO

Un Top di quarzo è composto da un insieme di polveri, formato da sabbie silicee e quarzo naturale per il 94% e per il restante da resine. Esistono centinaia di soluzioni di colore per realizzare un top in quarzo: dai colori più chiari e tenui, a quelli più scuri, da quelli tinta unita a quelli con sfumature e venature molto particolari, da quelli effetto granito o puntinati a quelli con inserti in cristallo.
Ovviamente le differenze estetiche sono molteplici e la scelta della finitura da abbinare al resto della cucina è soggettiva da cliente a cliente.

In ogni caso, finitura a parte, il quarzo come materiale ha sempre le stesse carateristiche che ti elenco qui di seguito:

Pro dell’agglomerato di quarzo

  • Il quarzo è un materiale estremamente duro e resistente.
  • Non è poroso, quindi non assorbe liquidi, odori e grassi alimentari, il che lo rende un materiale altamente igienico e molto facile da pulire. Questa caratteristica distingue il top in quarzo dalle pietre naturali come marmo e granito che anche se più pregiate e più costose, perdono proprio in termini di igenicità e facilità di pulizia rispetto al quarzo.
  • Comprende una vasta gamma di colori che consente quindi di poter  personalizzare al massimo la propria cucina.
  • Ha un’altissima resistenza a macchie e graffi, resiste all’abrasione, agli impatti, e ai comuni acidi domestici.

Contro dell’agglomerato di quarzo

  • Minore tolleranza al calore rispetto ad altri materiali, ad esempio il Gres di cui parleremo qui di seguito.
    E’ consigliabile quindi evitare il contatto diretto con fiamme o oggetti surriscaldati, come le pentole o la caffettiera appena tolte dal fuoco.
    Non e consigliabile utilizzarlo come piano per il ferro da stiro.
    E’ buona norma pertanto, avere l’accortezza di utilizzare sempre un sottopentola per appoggiare le stoviglie sul piano.
  • Il quarzo anche se molto resistente non sopporta il contatto con detersivi aggressivi a base di cloro o ammoniaca e prodotti anticalcare.
  • Ha anche dei limiti di resistenza agli urti violenti come ad esempio il battere con il batticarne direttamente sul piano dal momento che i colpi possono incrinarlo o romperlo.

Come pulire il piano cucina in quarzo?

Prima di tutto è consigliabile la pulizia a macchia fresca.

Il quarzo va pulito semplicemente con detersivo per piatti e bicarbonato strofinando la superficie, per poi risciacquarla semplicemente con acqua pulita.

Non utilizzate la candeggina, detergenti alcalini, ad alto pH, come quelli a base di acetone o soda caustica perché, come detto sopra, non sono tollerati da questo materiale.

IL GRES PORCELLANATO

Il piano cucina in gres porcellanato rappresenta una delle ultima novità nell’ambito dei materiali per la realizzazione dei top da cucina Il gres porcellanato è un materiale ceramico molto resistente normalmente usato per realizzare pavimenti e rivestimenti murali. Il piano in gres porcellanato è composto da lamine di materiale ceramico, sottili 3 mm, incollate su un supporto in multistrati per mezzo di resine epossidiche. Non si tratta quindi di un blocco monolitico ma di un rivestimento a un supporto meno nobile ma più leggero anche dal punto di vista del peso strutturale. Esistono grandi disponibilità di colori e texture. Come per il quanro che per il gres sono disponibili effetti pietra, effetti marmo o granito, così come color tinta unita o con inserti in cristallo.

Un’altra tendenza vista al Salone è l’utilizzo per le isole (e per le cucine in genere) di top con uno spessore piuttosto alto che, a seconda dei produttori può variare tra gli 8 e i 12 centimetri.

Quindi oltre ai classici top alti 4 centimetri ancora attuali che l’hanno fatta da padrone molti anni fa, oltre a quelli molto sottili da circa 1 centimetro che hanno rappresentato un ottimo trend negli ultimi anni, le nuove tendenze guardano a top con uno spessore molto vistoso e  importante.

Pro dei piani in gres porcellanato

  • Non cambia colore nel tempo, nemmeno se scegliete colori delicati come il bianco puro.
  • La lamina di gres non contiene alcuna sostanza nociva, nessun nano-trattamento come per il fenix, nessuna resina per resistere ai graffi, e soprattutto, nessun solvente come per i top di quarzo. Quindi si tratta di un materiale ecologico, non rilascia alcuna sostanza nell’ambiente e può essere facilmente riciclato.
  • Resiste molto bene agli shock termici, al calore e alle altissime temperature. Questo è uno dei pochi top dove vi si possono realmente poggiare pentole bollenti.
  • E’ molto duraturo e resistente a urti, graffi e a qualsiasi tipo di usura.
  • Resiste ai prodotti chimici, tanto che può essere lavato anche con prodotti a base acida senza alcun tipo di problema.
  • E’ igienico e facile da pulire perché a differenza del top piastrellato, non presenta fughe in materiale poroso rimanendo quindi impermeabile ai liquidi.

Contro dei piani in gres porcellanato

  • E’ piuttosto costoso , ma d’altra parte, avendo ottime caratteristiche fisiche di resistenza non potrebbe essere altrimenti.
  • Non è facilmente riparabile, nella malaugurata ipotesi che si dovesse rompere sarete costretti a sostituirlo completamente.

Come pulire il piano cucina in gres.

Per rendere la pulizia più agevole è consigliabile, come per il quarzo,  la rimozione delle macchie a fresco, in modo tale da evitare incrostazioni particolarmente ostinate.

Per il resto la pulizia del piano cucina in gres porcellanato è facilissima.

Per eliminare macchie di sostante grasse basta un comune sgrassatore e l’uso di una normalissima spugna da cucina.

Con un attento risciacquo, si evitano macchie di calcare che possono apparire in maniera evidente nei colori più scuri.

 

Bene, spero con questo breve articolo di averti aiutato a saperne un po’ di più circa i materiali costruttivi di una cucina.

Se vuoi sapere come CucinArt potrà progettare la tua nuoca cucina comodamente da casa tua visita in nostro sito a questo link: https://cucin.art/

Puoi anche visitare la nostra pagina facebook o il nostro canale you tube

Per il momento ti saluto e ti do appuntamento a un prossimo articolo qui sul blog di CucinArt

Ciao, a presto.

Richiedi subito la tua PROGETTAZIONE GRATUITA!